Impianti di disinfezione a lampade UV-C

Gli sterilizzatori a raggi ultravioletti permettono l’eliminazione di oltre il 99% dei microrganismi presenti nell’acqua se sono rispettati i parametri di dosaggio dei raggi UV e il coefficiente di assorbimento d’energia dell’acqua (Trasmittanza).
Quando l’energia ultravioletta entra in contatto con i batteri, virus, alghe, protozoi, etc., penetra attraverso la membrana esterna della cellula e ne distrugge il DNA (acido Desossiribonucleico), nucleo fondamentale per la costruzione di tutti gli esseri viventi.

Dosaggio Raggi UV
Per la distruzione della maggior parte dei batteri occorre dosare almeno 16.000 MicroWattsecondo/cm2 di energia UV alla lunghezza d’onda di 254 nm.
Gli impianti UV STAR hanno una capacità di dosaggio di oltre 40.000 MicroWattsecondo/cm2 alle portate indicate, garantendo in tal modo l’eliminazione di oltre il 99% dei microrganismi presenti nell’acqua.

Trasmittanza
E’ una misura di laboratorio per accertare l’energia UV assorbita ed è in relazione alla trasparenza dell’acqua. Più alto è il suo valore maggiore è la diffusione e l’assorbimento dei raggi UV attraverso la massa d’acqua e quindi il loro potere battericida.
Nel dimensionare un impianto UV è dunque importante tener conto della trasmittanza dell’acqua in ingresso.
Acque demineralizzate o osmotizzate hanno una trasmittanza del 99%, acque di pozzo filtrate, oppure acque di acquedotto hanno una trasmittanza di non oltre il 95%. La portata degli sterilizzatori a raggi U.V., dunque, dipende della trasparenza dell’acqua da trattare e dal dosaggio di raggi UVC di progetto.

Pertanto, a parità d’impianto, si possono avere portate maggiori con acque particolarmente limpide (UVT 99%) e in cui è necessario un basso dosaggio UVC (30.000 MicroWs/cm2).
L’UV STAR consiglia di dimensionare i propri impianti per portate riferite a irraggiamento di 40.000 MicroWs/cm2 e trasmittanza UVT del 95%, a meno di trattare acque con cariche batteriche non elevate (in tal caso va bene un irraggiamento di 30.000 MicroWs/cm2) o demineralizzate (cioè con trasmittanza UVT del 99%)